Le carie della prima infanzia

La carie della prima infanzia o Early Chilwood Caries (ECC) è una manifestazione della malattia cariosa che si manifesta nei Bimbi al di sotto dei 6 anni di età, a volte anche prima dei 2 anni. Si tratta di una patologia multifattoriale, la cui causa principale va ricercata nel frequente e prolungato consumo di zucchero, miele, bevande zuccherate, ma anche latte artificiale, specialmente nelle ore notturne (quando il flusso salivare è fortemente ridotto e gli zuccheri aderiscono maggiormente ai denti), somministrati al Bambino molto piccolo attraverso il ciuccio o il biberon. Clinicamente si va da forme lievi di demineralizzazione dello smalto, fino alla completa distruzione dei denti da latte.

Recenti studi scientifici hanno dimostrato che i Bambini affetti da ECC sono più esposti all'insorgenza di dolore ed emergenze odontoiatriche, infezioni ricorrenti, sviluppo di paura o fobia odontoiatrica da adulti, malocclusione, sviluppo di nuove carie anche nei denti permanenti e possibili alterazioni nello sviluppo e nella crescita generale.

Considerando la tenera età dei Pazienti affetti, spesso è difficile per l'Odontoiatra intervenire e risolvere la situazione con successo, evitando dolore e infezioni ricorrenti. Per questo motivo e per le gravi conseguenze associate alla ECC, è fondamentale che i Neogenitori abbiano tutte le informazioni necessarie per prevenire le lesioni cariose dei loro Bambini.

Ecco quali sono le linee guida correnti riguardo l'igiene orale quotidiana e la prevenzione della carie nella prima infanzia:
- dalla comparsa del primo dentino un Genitore deve mantenerne l'igiene quotidiana, utilizzando una garza imbevuta di acqua e una piccola quantità di dentifricio al fluoro (500 ppm);
- dal secondo dente deciduo, oppure già dal primo, il Genitore deve pulire quotidianamente i denti con uno spazzolino a setole morbide con testina piccola, facendo attenzione ad utilizzare la massima delicatezza, e dentifricio al fluoro (500 ppm). La quantità di fluoro contenuta nel dentifricio è importante perchè i Bambini così piccoli non sono in grado di sputarlo e di conseguenza lo inghiottono: in questo modo siamo sicuri di evitare un sovraddosaggio e di poter beneficiare solo dell'azione positiva del fluoro per i denti;
- Evitare di somministrare al Bambino zucchero o miele con il ciuccio;
- Evitare le bevande zuccherate (succhi di frutta, tè confezionati, bibite ecc.);
- Non assaggiare con la stessa posata le pappe del Bambino nè pulire il ciuccio caduto per terra mettendolo nella propria bocca: si trasmetterebbero così al Piccolo i batteri presenti nel cavo orale del Genitore;
- Favorire l'allattamento al seno a richiesta: il latte materno è infatti carioprotettivo a differenza del latte artificiale che espone al rischio di carie.
- Nel caso si manifesti la patologia, chiedere precocemente consiglio all'Odontoiatra di fiducia, che potrà consigliare prodotti rimineralizzanti da applicare sui denti con decalcificazioni iniziali;
- Sottoporre i Bambini affetti a controlli odontoiatrici ogni 3 mesi per valutare l'evoluzione della patologia. Così facendo sarà possibile limitare le conseguenze negative che la ECC provoca nei piccoli Pazienti e nelle loro famiglie.

Non è mai troppo presto per sottoporre il Vostro Bambino a un controllo odontoiatrico: prenotate subito una visita senza impegno a DENTI plus con i nostri Professionisti esperti nella cura dei Bambini!